Sala Stampa

Nuovo Consiglio di Amministrazione ed elezione Presidente e Vicepresidente

By | News  , Sala Stampa | No Comments

Con l’elezione del Presidente e del Vice Presidente avvenuta il 18/09/2018, il Soggiorno Borsalino riavvia la propria operatività, dopo alcuni giorni certamente non facili, legati alle note vicende.

Al Presidente eletto Dr. Antonio Maconi, al Vice Presidente eletto Arch. Gaetano Dieni, ai Consiglieri Cav. Dott.ssa Anna Pagella, Dott.ssa Laura Domenica Panelli, Ing. Alessandro Scalzi spetta il compito di continuare nel solco della tradizione dell’IPAB Soggiorno Borsalino centro servizi polifunzionale che da oltre 150 anni rappresenta un punto di riferimento per la popolazione della provincia di Alessandria.

Il Presidente “Assumendo questo prestigioso incarico in una fase particolare della storia secolare dell’Ente spero che l’attivita’ del nuovo consiglio possa svolgersi in maniera serena e costruttiva affinche’ l’Ipab Soggiorno Borsalino rafforzi il proprio ruolo storico nella nostra comunita’. Sin d’ora un ringraziamento particolare ai dipendenti e agli operatori che hanno continuato a svolgere l’attivita’ a tutti i livelli con grande professionalità e competenza a favore degli ospiti e dei loro familiari.

Ringrazio il consiglio per la fiducia accordata a me e all’ Arch. Gaetano Dieni, certo che le notevoli professionalita’ presenti al suo interno aiuteranno nello sviluppo di progetti e di iniziative degni della storia dell’Ipab”.

LA DIREZIONE

Il progetto pilota di teleassistenza

By | Sala Stampa | No Comments

Conclusa la prima fase sperimentale del progetto “Dimissioni protette del paziente fragile” che ha costituito un momento di scambio di informazioni e conoscenze tra Enti impegnati nella ricerca e nell’assitenza grazie all’ausilio di mezzi tecnologici in grado di migliorare le cure e la condivisione delle informazioni.

Il progetto è incentrato sulla realizzazione di un sistema integrato di teleassitenza medica per il monitoraggio a distanza di pazienti deospedalizzati e ricoverati presso il Soggiorno Borsalino ed ha permesso di acquistare un dispositivo indossabile di telemetria per la rilevazione dei parametri che invia i dati ad un software per la gestione della cartella clinica.

Verrà attivato anche un servizio di videroconferenze per il teleconsulto medico-paziente per instaurare un dialogo diretto tra l’IPAB Soggiorno Borsalino e l’Ospedale di Alessandria in merito alle cartelle cliniche dei pazienti e permettere così una dimissione dall’Ospedale più sicura  con trasferimento di competenze medico specialistiche tramite telemedicina e innumerevoli vantaggi per i pazienti (minori spostamenti fisici, continuità assistenziale qualificata, prevenzione degli eventi acuti, controlli inter-specialistici) e per il sistema sanitario (alleggerimento del carico di lavoro del personale sanitario, ottimizzazione delle risorse dedicate al controllo dei pazienti con la riduzione dei tempi di controllo per ciascun paziente, risparmio economico).

Il Progetto di cui il Soggiorno Borsalino è capofila è stato realizzato grazie al contributo della Fondazione CRT ed ha visto il coinvolgimento di diversi partner qualificati: l’Università del Piemonte Orientale – Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali e l’Azienda Ospedaliera Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo – Alessandria con la sua equipé medica

Le prossime attività prevederanno l’attuazione del progetto pilota con la stesura di accordi tra i partner di condivisione della proprietà dei dati clinici, dell’elaborazione del consenso informato in merito alla possibilità che i dati siano trasmessi e valutati da sanitari diversi, definizione di un protocollo operativo specifico al mezzo Hi-tech utilizzato, analisi dei risultati della sperimentazione e pubblicazione dei dati.

E.P.

3° fase Progetto Domus nucleo alloggio per pazienti oncologici

By | Sala Stampa | No Comments

Il Progetto Domus per la costituzione di un nucleo alloggio per ospiti post intervento di trapianto  di midollo e per pazienti oncologici è arrivato alla terza annualità grazie al contributo continuativo della Fondazione CRAL.

In questa fase sono stati completati i primi lotti funzionali del nucleo abitativo suddetto adeguando gli ambienti dal punto di vista strutturale, di arredi, e soprattutto di tecnologie per rispondere alle delicate esigenze dei pazienti ai quali è destinato.

I lavori stanno continuando nel 2016 con la realizzazione di un ulteriore lotto di interventi di ristrutturazione riguardanti altri 5 alloggi per ampliare le capacità di accoglienza del nucleo.

Un obiettivo condiviso pienamente dalla Fondazione CRAL in quanto il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione dipende sempre di più dalla qualità e dal grado di professionalità, adeguatezza e specializzazione delle cure e dell’accoglienza che saremo in grado di offrire.

E.P.

Dimissioni protette del paziente fragile le prime fasi del progetto

By | Sala Stampa | No Comments

Il Soggiorno Borsalino ha dimostrato da tempo un’attenzione particolare ai pazienti dimessi dall’Ospedale che necessitano di un percorso riabilitativo e sanitario aderendo al progetto dell’Ospedale di Alessandria di continuità assistenziale a valenza sanitaria (CAVS ) e attivandosi con un progetto proprio finalizzato a dotare la struttura di una rete informatizzata adeguata e di sistemi di teleassistenza sperimentali in grado di monitorare i parametri vitali e le informazioni sanitarie dei pazienti.

Con il contributo della Fondazione CRAL è stato possibile realizzare le prime fasi del progetto con la predisposizione di una rete di computer ubicati ad ogni piano e dialoganti fra di loro “Rete di assistenza della salute”(2014-2015).

Nel 2016 i lavori  elettrici e di acquisto e posa in opera della rete informatica sono proseguiti positivamente grazie al rinnovo del contributo da parte della Fondazione CRAL per il progetto “Dimissioni protette del paziente fragile”(1° fase).

Per il 2017 ci proponiamo di proseguire e completare le infrastrutture tecnologiche e acquistare gli apparecchi hardware ed i software necessari alla creazione della rete di assistenza tecnologica avanzata.

E.P.

“Rete di assistenza alla salute” un nuovo progetto in collaborazione con la Fondazione CRAL

By | Sala Stampa | No Comments

Grazie al Cotributo della Fondazione CRAL è stato possibile realizzare il progetto “Rete di assistenza della salute” che ha previsto la creazione ed il cablaggio di una rete di computer collegati tra loro e dialoganti tramite un software adeguato con cui si potranno condividere importanti informazioni sulla salute degli anziani ospiti del Presidio coinvolgendo efficacemente le diverse realtà sanitarie e sociali interessate al processo di cura e fornitura di servizi. Il sostegno della Fondazione ha permesso anche di rendere disponibile il servizio WIFI gratuito all’interno del Presidio.

 

L’IPAB donerà più di 1.000 coppi alla Cittadella di Alessandria

By | Sala Stampa | No Comments

Il Soggiorno Borsalino è protagonista di una iniziativa molto particolare che prevede la donazione di più di 1.000 coppi destinati al rifacimento del tetto della polveriera di San Michele. Questa donazione rivolta ad un luogo simbolo della storia cittadina come la Cittadella di Alessandria avverrà con la partecipazione del Fondo Ambiente Italiano F.A.I. e su permesso della Sovrintendenza.

Il progetto titolato “Io ho quel che ho donato” (citazione di G. D’Annunzio) intende avvicinare due luoghi storici e importanti per la storia di Alessandria: il Soggiorno Borsalino e la Cittadella coinvolgendo ospiti e cittadini che avranno la possibilità di personalizzare i coppi in occasione della Festa di Fine Estate che si terrà mercoledì 10 agosto 2016 dalle ore 19,00 e nella quale verrà allestito un apposito stand da parte del F.A.I.

Un modo originale per lasciare memoria di se in un luogo storico che deve ricominciare a vivere proprio grazie al contributo di tutti, per diffondere la coscienza dell’appartenenza e della cura del patrimonio artistico e culturale italiano sentito veramente come un luogo accessibile, di tutti… non solo dello stato ma soprattutto di “Maria, 88 anni”, “Luca, 15 anni”, “Matteo, 6 anni” che firmeranno, disegneranno e lasceranno un segno su di una tegola… e quando passeggeranno nel verde prato della Cittadella e guarderanno il cielo poseranno magari gli occhi su quel tetto, su quei nomi e si sentiranno a casa, parte di tutto quello che costruiamo, conserviamo e fruiamo insieme.

E.P.